Previsioni per Dicembre 2018

Discussioni meteorologiche, previsioni, evoluzione.
Nevizio
Moderatore
Messaggi: 1020
Iscritto il: 10/10/2016, 22:41
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda Nevizio » 23/12/2018, 13:03

paxo ha scritto:
23/12/2018, 12:46
Si Nevizio però l'ASE riguarda sempre le solite zone, costa da Pescara in giù e entroterra Chietino. Per le altre zone ci vuole un minimo favorevole, non c'è niente da fare.
L'ASE è roba per lo piu' costiera ovviamente, per le zone che hai citato invece parliamone nel senso che non è una regola, personalmente ho vissuto live anche ASE teramani, marchigiani e persino romagnoli dipende dalla direzione della massa d'aria in afflusso, la zona da te evidenziata risente di questo fenomeno con direttrice maggiormente orientata da N--->S, (l'Italia è storta)lo stau invece è maggiormente roba da zona pedemontana e aree limitrofe,discorso ciclogenesi diciamo che la stessa genera prp maggiormente organizzate e persistenti ma anche qui ci sono delle eccezioni (è troppo diffcile scendere nel dettaglio scrivendolo qui per quello ho creato il gruppo su wats app :D ;) ).Ma non bisogna nemmeno dimenticare i ts nevosi innescati da importanti contrasti termici (con frontogenesi fredda importante) su tutta la verticale della colonna d'aria in oggetto gli stessi delle volte sono stati anche rigeneranti seguendo il level guide in quota ;)
Quest'anno oltretutto come ribadito piu' volte le depressioni si stanno innescando mediante anche con un meccanismo originale,a causa di figure bariche piu' consuete nella stagione estiva che stazionano piu' a nord di latitudine cosi' si spiegano i disastri liguri e tutte quelle lp così profonde che si sono avute in autunno,è quel dinamismo barico a cui facevo riferimento nei precedenti interventi,che se l'andazzo seguita nei mesi clou della stagione invernale potrebbe portare eventi estremi stavolta a carattere nevoso....ci vuole il gelo ovviamente,e le dinamiche stratosferiche votate verso riscaldamenti repentini potrebbero proiettarlo verso l'europa meridionale al momento sopratutto ecmwf lo vede nell'area danubiana a inzio anno...vedremo....personalmente sono ottimista o meglio dire assai curioso di vedere come evolve questa stagione con questi presupposti così importanti che mancavano da un po' di anni ;)

paxo
Pioggia
Messaggi: 1206
Iscritto il: 10/10/2016, 15:15
Località: Caramanico Terme (S.Tommaso 550m)
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda paxo » 23/12/2018, 13:37

Nevizio ha scritto:
23/12/2018, 13:03
paxo ha scritto:
23/12/2018, 12:46
Si Nevizio però l'ASE riguarda sempre le solite zone, costa da Pescara in giù e entroterra Chietino. Per le altre zone ci vuole un minimo favorevole, non c'è niente da fare.
L'ASE è roba per lo piu' costiera ovviamente, per le zone che hai citato invece parliamone nel senso che non è una regola, personalmente ho vissuto live anche ASE teramani, marchigiani e persino romagnoli dipende dalla direzione della massa d'aria in afflusso, la zona da te evidenziata risente di questo fenomeno con direttrice maggiormente orientata da N--->S, (l'Italia è storta)lo stau invece è maggiormente roba da zona pedemontana e aree limitrofe,discorso ciclogenesi diciamo che la stessa genera prp maggiormente organizzate e persistenti ma anche qui ci sono delle eccezioni (è troppo diffcile scendere nel dettaglio scrivendolo qui per quello ho creato il gruppo su wats app :D ;) ).Ma non bisogna nemmeno dimenticare i ts nevosi innescati da importanti contrasti termici (con frontogenesi fredda importante) su tutta la verticale della colonna d'aria in oggetto gli stessi delle volte sono stati anche rigeneranti seguendo il level guide in quota ;)
Quest'anno oltretutto come ribadito piu' volte le depressioni si stanno innescando mediante anche con un meccanismo originale,a causa di figure bariche piu' consuete nella stagione estiva che stazionano piu' a nord di latitudine cosi' si spiegano i disastri liguri e tutte quelle lp così profonde che si sono avute in autunno,è quel dinamismo barico a cui facevo riferimento nei precedenti interventi,che se l'andazzo seguita nei mesi clou della stagione invernale potrebbe portare eventi estremi stavolta a carattere nevoso....ci vuole il gelo ovviamente,e le dinamiche stratosferiche votate verso riscaldamenti repentini potrebbero proiettarlo verso l'europa meridionale al momento sopratutto ecmwf lo vede nell'area danubiana a inzio anno...vedremo....personalmente sono ottimista o meglio dire assai curioso di vedere come evolve questa stagione con questi presupposti così importanti che mancavano da un po' di anni ;)
Speriamo in un buon inverno. A proposito di ASE a Natale possibilità per il Chietino.

iceman
Pioggia
Messaggi: 1375
Iscritto il: 23/02/2017, 14:38
Località: Ripa teatina (CH) 202 slm a 5,8 km dal mare
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda iceman » 23/12/2018, 16:57

Occhio a domani sera possibili temporali, zone costiere in questi casi ovviamente favorite!!
Allegati
9FF075EC-CB86-4954-8D10-452F1CFB3BB6.png
9FF075EC-CB86-4954-8D10-452F1CFB3BB6.png (42.32 KiB) Visto 902 volte

magicaneve2
Cammello
Messaggi: 109
Iscritto il: 24/02/2018, 16:14
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda magicaneve2 » 23/12/2018, 19:31

Vedremo, onestamente non vedo possibilità di precipitazioni tra domani sera/natale...

Riguardo l'ASE io ho sempre notato che maggiormente favorita è la zona del Chietino specie Vastese, per via dell'orografia.

Chicharito
Poco Nuvoloso
Messaggi: 560
Iscritto il: 09/10/2016, 8:08
Località: Sulmona
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda Chicharito » 23/12/2018, 21:01

Lanciano è nettamente in pole per la notte di Natale

Nevizio
Moderatore
Messaggi: 1020
Iscritto il: 10/10/2016, 22:41
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda Nevizio » 23/12/2018, 23:53

Buonasera a tutti,la vivace dinamicita' barica che da qualche tempo vado pubblicizzando :D pare che voglia essere ancora la protagonista indiscussa del tempo,lo è stata nell'autunno appena giunto al termine ma il trend pare proseguire anche all'inizio della nuova stagione,partiamo dal principio di una evoluzione delle condizioni atmosferiche che vanno verso un netto peggioramento del tempo a partire sopratutto dal pomeriggio di domani,in meno di 12 ore tanto per rimanere in tema di dinamismo atmosferico passeremo dalla nebbia al garbino per passare all'instabilita' tutte situazioni legate ad un principio di stagione dai connotati piu' primaverili che invernali se non altro per l'estrema variabilita' delle condizioni atmosferiche che evolvono in modo così repentino, una caratteristica del tempo maggiormente vicina alle dinamiche primaverili.Andiamo per gradi partendo dalla situazione attuale che ci vede interessati udite udite da un anticiclone si estrazione subtropicale che interferendo con correnti assi umide ma sopratutto piu' fredde nord-atlantiche ci inviano messaggi assai umidi pilotati da una corrente a getto mai come quest'anno così vivace,così si spiega la nebbia odierna su gran parte del versante adriatico in queste ultime ore infatti l'avvezione di ur che ha trovato al suo avvento per le dinamiche appena descritte è la responsabile delle condizioni atmosferiche attuali,legate anche a moti dell'aria discendenti per via della natura barica dell'hp che ci sta interessando con le sue isobare piu' orientali.
Buttando uno sguardo sull' oceano atlantico pero' ci sono grandi manovre legate al distacco di una cellulla anticiclonica che andra' a congiungersi con la sorella europea la loro azione vorticosa tende a interagire con masse d'aria assai piu' fredde che discendono dal polo verso latitudini meridionali i dislivelli barici e termici che contraddistinguono l'area che delimita queste 2 masse d'aria favorisce accelerazioni improvvise della corrente a getto che tende laddove assume componente occidentale a creare aree di divergenza in quota scavando poi ovviamente depressioni le responsabili delle frontogenesi in media e bassa atmosfera, quei vortici ciclonici che favoriscono afflussi di masse d'aria,sara' fredda e di matrice continentale quella che da domani pomeriggio vedra' il suo avvento sul versante adriatico in quota invece sara' di estrazione polare per questo motivo alla -5° a 850 hPa prevista nella nottata tra la vigilia e natale si sovrapporra' una banale -25° in quota, tuttavia i contrasti termici previsti negli bassi strati atmosferici saranno importanti a tal punto da innescare spiccata instabilita' sopratutto come gia' detto a partire dal pomeriggio per poi trovare maggior enfasi in serata quando dovrebbe tra l'altro nevicare da 800 Mt in su.Possibili anche temporali persino forti in serata nottata.
Non ho postato volutamente mappe perchè conto di far un bel (forse ) video sul gruppo in cui esplico meglio l'evolversi della situazione ;)

paxo
Pioggia
Messaggi: 1206
Iscritto il: 10/10/2016, 15:15
Località: Caramanico Terme (S.Tommaso 550m)
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda paxo » 25/12/2018, 11:24

Buon Natale gente, possibilità di vedere qualcosa per le quote alto-collinari il 30 Dicembre.

Nevizio
Moderatore
Messaggi: 1020
Iscritto il: 10/10/2016, 22:41
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda Nevizio » 25/12/2018, 16:58

...nel mezzo 2 giorni di stabilità con un probabile cameo di foschie e banchi di nebbia nelle ore piu' fredde della giornata del 27 ;)
Speriamo almeno in buone minime stanotte. :|

Nevizio
Moderatore
Messaggi: 1020
Iscritto il: 10/10/2016, 22:41
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda Nevizio » 25/12/2018, 18:14

Buonasera a tutti aggiorniamo un po' la tendenza delle condizioni atmosferiche previste per i prossimi 2 giorni (26 e 27),iniziando l'analisi partendo dalla situazione attuale che vede ancora l'afflusso orientale di masse d'aria fredda (non freddissima) dai vicini balcani verso il versante adriatico il loro scorrimento sul mare adriatico piu' caldo (sopratutto nelle ore notturne e serali) genera ancora annuvolamenti...
ScreenHunter_198 Dec. 25 17.45.jpg
ScreenHunter_198 Dec. 25 17.45.jpg (256.6 KiB) Visto 561 volte
...seppur meno compatti in confronto a ieri quando oltre a queste dinamiche c'era anche divergenza in quota che contribuiva all'innesco di moti verticali quelli poi responsabili delle piogge seppur deboli e in qualche caso localmente persino intense (qui da me per esempio) che si sono avute durante la notte di natale e nella sera del 24.Un'altro contributo anch'esso freddo poi è arrivato dagli strati + alti atmosferici mediante una discesa di aria di estrazione polare marittima questa lo ricorderete favorita dall'elevazione di un vasto promontorio anticiclonico di matrice subtropicale che con asse quindi da S--->N ha creato un transitorio blocking atlantico da qui l'interferimento di queste 2 masse d'aria calda quella all'interno del promontorio anticiclonico sopra citato, fredda appena a est di questa alta pressione all'interno invece di una saccatura in quota innescata propio dalla corrente a getto che ha fatto da linea di demarcazione di queste 2 masse d'aria di natura termica e igrometrica assai diversa...
w250_0.png
w250_0.png (254.47 KiB) Visto 561 volte
....così si spiega anche la formazione del minimo al suolo al largo del gargano perchè il core del getto (ieri) si poneva propio con i suoi jet streak con componente di moto da NW--->SE al di sopra dello stivale italico è propio sulla zona dell'adriatico appena citata.Ora l'evoluzione di questa situazione è legata allo spostamento verso est del vasto promontorio di alta pressione di matrice subtropicale verso l'europa centrale....
w250_30.png
w250_30.png (104.25 KiB) Visto 561 volte
....pertanto vista la caratteristiche termiche della massa d'aria in essa presente (assai piu' calda di quella che ci sta interessando nella giornata odierna) avremo oltre ad un netto e ulteriore miglioramento delle condizioni atmosferiche che ci dovrebbe regalare una bella giornata di sole domani apportera' anche un sensibile aumento delle temperature maggiormente avvertibile nei valori massimi,
PL2612_large.gif
PL2612_large.gif (52.74 KiB) Visto 561 volte
.....di notte invece continuera' a far freddo per via del cielo sereno che contribuirà alla dispersione dell'esiguo calore diurno accumulato dal suolo quindi dovremmo avere minime interessanti sopratutto questa notte.La tendenza per la giornata del 27 vede poche variazioni ancora una giornata caratterizzata dal cielo prevalentemente sereno con la novita' relativa alle ore piu' fredde rappresentata invece dall'avvento di foschie e banchi di nebbia sopratutto nelle vallate,questo perchè malgrado continueremo ad a essere interessati dall'alta pressione si sommeranno pero' correnti assai umide di estrazione atlantiche le responsabili di una probabile avvezione d'umidita'. ;)

Chicharito
Poco Nuvoloso
Messaggi: 560
Iscritto il: 09/10/2016, 8:08
Località: Sulmona
Stato: Non connesso

Re: Previsioni per Dicembre 2018

Messaggioda Chicharito » 26/12/2018, 8:30

Spaghi che tolgono tutto, prima durante e dopo...


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite